Medit-Azione per accogliere al meglio la primavera


La Primavera è rinascita.
Ogni volta che arriva e le piante iniziano a fiorire, i colori iniziano a vibrare, la Natura ricomincia a mostrarsi nella sua forza e bellezza, io sento la connessione che ho con lei, che abbiamo tutti con lei.
E amo celebrare il suo arrivo.

Per chi non lo sa ancora, da due anni circa, insieme ad un’amica e collega, sto conducendo un corso di Yoga dei Meridiani e Meditazione con le Campane Tibetane. Queste ultime sono diventate preziosi strumenti che aiutano me e i miei allievi a rilassarci e a prendere sempre più consapevolezza di noi stessi e del mondo che ci circonda.

Quest’anno abbiamo organizzato un evento speciale in cui abbiamo praticato esercizi e posizioni particolari, proprio per renderci conto di come il nostro sistema mente-corpo cambia con l’arrivo della Primavera. Al termine della pratica ho condotto meditazione speciale aiutandomi con il suono e le vibrazioni delle campane tibetane.

Voglio lasciarvi qui la meditazione trascritta ed un bellissimo esercizio: è breve ma vi permetterà di goderla e iniziare al meglio questa stagione meravigliosa. E alla fine della meditazione non è finita.

Perchè ci sarà il momento dell’Azione.

Non arriviamo da nessuna parte se conosciamo benissimo la teoria ma non ci applichiamo con la pratica.

Quindi alla fine della meditazione vi consiglierò un piccolo rituale. Niente di magico, anzi. Una cosa molto, molto reale.

Tutto viene amplificato se durante la meditazione si è circondati dalla Natura. Puoi farla in un parco, in un bosco, vicino ad un ruscello o in spiaggia al mare.
Se non riesci a stare nella Natura, prepara uno spazio dove per almeno una mezz’oretta non ti possa disturbare nessuno (mi raccomando), accendi candele, metti una musica rilassante, distenditi sul pavimento supina, se possibile metti sotto un tappetino e copriti con una coperta. Devi sentirti comoda e rilassata il più possibile.

Fase di rilassamento e meditazione

Distenditi in posizione supina, trova la tua posizione più comoda, quella che in questo momento ti senti. Rilassa ogni parte del tuo volto e del corpo, le braccia sono lungo i fianchi, possibilmente con i palmi rivolti verso il cielo.

Inizia ad osservare il tuo respiro e lascialo muoversi liberamente nel tuo corpo. Limitati ad osservare questo processo, cerca di non modificarlo. Abbandona il controllo.

Ora inizia a rilassare ad ogni respiro tutto il tuo corpo: ogni volta che inspiri, dai la possibilità al tuo corpo di aprirsi, ogni volta che espiri, permetti al tuo corpo di lasciarsi andare.

Mentre continui a respirare naturalmente, prova a fare un leggero sorriso, rilassando tutti i muscoli del tuo volto. Se sorridi, il corpo impara a lasciarsi andare ancora di più.

Entra ancora più in profondità, dentro di te, è arrivato il momento di lasciar andare ciò che non serve più, è arrivato il momento di fare spazio all’energia vitale e benefica della Primavera.

Come il seme in Natura inizia ad uscire dal terreno e crescere verso il cielo, così noi possiamo far uscire i nostri obiettivi allo scoperto. Non più idee potenziali, ma vere e proprie azioni per realizzarli.

Ma prima, va fatto spazio. Come? Lasciando andare il vecchio e tutto ciò che non ci serve più.

Inizia a pensare a tutte le tutte le situazioni che non ti piacciono e che hai accumulato in questo inverno, tutto ciò che vuoi lasciar andare. Ora, lavorando con il respiro (sempre un respiro naturale), durante l’inspiro, immagina di impacchettare ognuna di queste situazioni e durante l’espiro buttarli via in un cestino.

Inizia a fare queste respirazioni seguendo il tuo ritmo naturale, inspira e visualizza distintamente cosa non vuoi più, dagli un nome se vuoi, impacchettalo (senza rabbia, possibilmente), e all’espiro lo butti nel cestino. Se ti capita di distrarti, non preoccuparti. Accettalo e riporta la tua mente in maniera gentile alla pulizia del tuo corpo.

Quando ti senti pronta e libera, goditi semplicemente questa sensazione di pulizia che hai fatto dentro di te, nel corpo e nella mente. Ascoltati.

Fonte: pixabay.com

E’ ora arrivato il momento di accogliere l’energia, la vitalità per portar fuori le tue idee ed obiettivi o qualche risorsa che vuoi sviluppare meglio, ancora sopita dentro di te.

Ricorda che tutto ciò che ti serve è già dentro di te, ha già un’energia potenziale. Con la Primavera puoi farla uscire allo scoperto e permetterti di rinascere.

Potrebbero essere la gioia, l’ascolto, tolleranza, magari un’azione per concretizzare un’idea o un progetto, fiducia, gratitudine, amicizia.

A ritmo del respiro, riempi il tuo corpo dell’energia vitale della Primavera. Ad ogni inspiro percepisci nell’aria tutto ciò che di bello vuoi far rinascere in te. Questa energia entra nei tuoi polmoni, e all’espiro si diffonde piano piano in ogni cellula del tuo corpo, ricaricandoti.
Inspiro e raccolgo ciò che mi serve per rinascere, espiro e lo lascio diffondersi in tutto il mio corpo. Continua così, puoi anche accogliere un leggero sorriso mentre ti ricarichi.

Ora, quando ti senti pronta e ricaricata, ringrazia l’Universo e la Natura. La gratitudine è uno strumento prezioso, che ci può accompagnare sempre, anche durante la vita di tutti i giorni.
Ascolta il tuo corpo, ora che hai portato dentro di te un’energia e una vitalità nuova. Come stai? Come ti senti? Ti senti più leggera? E’ cambiato qualcosa dentro di te, rispetto all’inizio della meditazione? Goditi questo momento di ascolto puro.

E’ arrivato il momento di tornare al presente.
Piano piano, con molta calma, inizia a portare l’attenzione verso l’esterno, non aprire ancora gli occhi, inizia prima a svegliare il tuo corpo, muoviti lentamente, stiracchiati, come se avessi appena fatto un lungo sonno ristoratore. Solo quando e se ti senti pronta, portati prima su un lato del corpo, e poi siediti.
E quando vuoi apri gli occhi.

E’ arrivato il momento dell’Azione

Prendi dei fogli ed una penna ed inizia a vivere esattamente quello che hai vissuto nella meditazione: inizia a scrivere su diversi foglietti tutte le situazioni che non volevi e che hai lasciato andare

E lasciale andare veramente.
Strappa i foglietti, accartocciali e buttali nel cestino, oppure bruciali, lascia che il fuoco trasformi queste emozioni.

Spero che questa meditazione sia stata utile e che vi aiuti in questo processo di pulizia e rinascita.
Grazie per avermi letto,

Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.